Porro Cervere nella Babaco box. Il gigante verde a casa tua

La Fiera del Porro, a causa dell’emergenza sanitaria, quest’anno si farà in un modo diverso. I produttori di questa eccellenza hanno deciso di affidarsi al delivery per valorizzare il loro lavoro e preservare il prodotto principe della valle di Cervere.
Ecco perché abbiamo deciso di portare a casa tua il Porro Cervere.

Le Bonsai Box ci hanno dato filo da torcere perché un porro così alto, può arrivare addirittura a superare il metro di altezza, è difficile che entri in una scatola ma ce l’abbiamo fatta. Il team della logistica serve anche a questo!
Il porro che hai trovato nella Babaco Box non è un semplice porro ma è il gigante tra i porri. L’Hulk dei porri è nella tua Babaco box.

Perché il gigante verde o gigaporro nasce fuori dall’ordinario

Una questione di radici

Il terreno della valle cerverese è un mix di limo, sabbia fine e calcare. Una composizione del terreno davvero rara che offre alle radici del gigaporro un nutrimento fuori dall’ordinario. Questo è il segreto dietro la dolcezza spropositata di questo porro e del suo alto grado di digeribilità.

Una questione di luci

Gli esperti lo chiamano microclima: ci hanno spiegato che le luci non sono fondamentali solo nei set fotografici dei porri ma anche per la crescita dei porri stessi.
La diversa luminosità della valle cerverese, buona ma non aggressiva, permette al porro Cervere di crescere e crescere e continuare a crescere restando tenero e con un bassissimo contenuto di lignina e cellulosa. Inoltre in questa valle soffia un venticello leggero e costante quello che fa bene a noi, ai porri e fa male allo sviluppo delle malattie fungine. Gigaporri tutti al naturale! 

Una questione di gusto

Il gusto possiamo descriverlo ma non avrebbe lo stesso gusto, quindi vai di ricettine realizzate da chi di cucina se ne intende. L’obiettivo? Portare la sagra del porro Cervere a casa tua! Unica differenza: quest’anno lo scieeef sarai tu! 

Se vuoi saperne di più sul porro Cervere dai un’occhiata a questo articolo de La Stampa.